top of page

Assaggi,
1993

sabato 19 giugno 1993 ore 21,15 Casa Ambrosino
PARTENZE

due tempi di e con Gabriella Bordin • Rosanna Rabezzana • Barbara Della Polla • Samba Souna Seck con gli allievi del laboratorio teatrale della Compagnia del Birùn e i Kalenda Maya
Musiche W. Mertens • P. Bley • W. Breuker • M. Giraudo
Scenografia Françoise Giorgis e Romano Cavallo
Regia Gabriella Bordin e Rosanna Rabezzana
Produzione Compagnia del Birùn

 

"Partenze": una parola e le sue mille implicazioni che si materializzano sulla scena in personaggi, ambienti, situazioni, ora comiche, ora drammatiche, ora quasi surreali.
Al frutto del Laboratorio teatrale fa seguito "Migrazioni", una performance in cui gesti, parole e musica parlano di viaggi intrapresi da intere popolazioni, strazianti e insieme meravigliosi, pieni di nostalgia, sogni, delusioni, speranze senza fine.

Assaggi di prodotti del Caseificio Valle Josina

domenica 20 giugno 1993 ore 21,15 Casa Ambrosino
KING OLIVER’S JAZZ KEEPERS
Per la prima volta a Peveragno

piano Albert Tichi Matteo Brignacca • batteria Marco Quasimodo Enrico Sciavo • banjo Ezio Barberis • ornetta Giorgio Blondet • tromba Diego Dutto • clarinetto Alec Brasher • trombone Gianni Molineris.

La band nata da un'idea di Giorgio Blondet, jazzista di buona fama, da alcuni anni residente a Peveragno, propone brani ricavati fedelmente dalle uniche incisioni esistenti della Creole Jazz Band di “King” Oliver, uno dei migliori esponenti dello stile New Orleans degli anni 20

assaggi specialità di Carletti - Peveragno e della Bottega del Vino - Cuneo

sabato 26 giugno 1993 ore 21,15 Casa Ambrosino
AFRICANA
musica e danze del Senegal

con i CEDDO percussionisti M'Baye Seck Michael • Ouzin Seck • Meissa • Fallou • Pape Seck danzatori Roraima e Buba

II Senegal è una terra dalle tante facce: sabbiose spiagge atlantiche, savane, grandi fiumi, risaie e foreste; ma è anche un mosaico di culture fatto di lingue ed etnie diverse che possiedono ritmi musicali, danze e tradizioni proprie. Il termine "Ceddo", che in lingua Wolof significa "oppositori" e designa quei gruppi guerrieri che nel corso dei secoli si sono opposti alle dominazioni straniere, è stato assunto emblematicamente da un gruppo di senegalesi immigrati a Torino che dal 1989 ripropongono le proprie radici culturali con la musica e la danza: ritmi "istintivi" appresi come una lingua dalla madre che danza tenendo i bambini sulla schiena, ritmi arricchiti dalla consapevolezza di una identità. Un contributo alla conoscenza dell'Africa che è fra di noi.

artigianato del Senegal e assaggi di specialità africane a cura della Cooperativa "La talea" di Torino

domenica 27 giugno 1993 ore 21,15 Casa Ambrosino
STORIE ITALIANE
"I racconti della Jole" di e con Loredana Lanciano
"Dei liquori fatti in casa" di Remo Rostagno Beppe Rosso e Gabriele Vacis con Beppe Rosso
regia Gabriele Vacis
produzione Granbadò • Teatro Settimo

Due mondi, il Salento e le Langhe, proposti attraverso due momenti teatrali. "I racconti della Jole" ci parlano di una donna e del Sud, di piccole vite ai confini del mondo. Jole è l'alter ego di innumerevoli donne senza nome e della stessa interprete, piena di una prorompente vitalità. Beppe Rosso ci parla di un piccolo paese ai confini del mondo, di un paese contadino colto nel momento cruciale del passaggio dalle sue tradizioni centenarie ai nuovi costumi del boom economico. Ci conduce con straordinaria bravura nelle cantine, nei vigneti e nelle piazze dove si gioca al pallone elastico nel momento in cui l'arrivo della corriera che porta nel paese una parrucchiera francese scompiglia non solo la partita, ma gli antichi ritmi, e il suono peccaminoso del juke-box si sovrappone ai rintocchi del campanile. In queste Storie rivive la nostra storia.

assaggi di taralli delle Puglie e vino delle Langhe

domenica 4 luglio 1993 • tutta la giornata Pradeboni frazione di Peveragno
GRAN FESTIN
giochi canti merende mostre bici pesca bocce e un oggetto misterioso

ore 21 LOU DALFIN concerto e danze e
per la prima volta la musica di "Kalenda Maya" e "Ratauère"

II Festin era la festa tradizionale di borgata, un'occasione per il ritorno degli emigrati al loro luogo d'origine, un'occasione per ritrovarsi fra amici e divertirsi insieme, grandi e piccoli.
È ciò che proponiamo con il Gran Festin alle pendici della nostra Montagna.

La rassegna ASSAGGI è stata preceduta da ALI BABA di Enzo Toma, spettacolo per bambini rappresentato presso le Scuole Elementari di Peveragno il 15 e 17 maggio 1993

birun.jpg
Associazione culturale e teatrale

Compagnia

del Birùn

bottom of page