top of page

Mafalda, Giugno 1995

La locandina di "Mafalda"

01.jpg

Il pieghevole di "Mafalda"

00.jpg

Alcuni momenti dello spettacolo "Mafalda"

Lo spettacolo è frutto del progetto “Oltreconfine” che ha raccolto documentazioni scritte e orali sull’emigrazione nostrana in Argentina.
25 ottobre 1927. Il piroscafo “Principessa Mafalda” diretto in Sud America si inabissa al largo delle coste del Brasile.
314 le vittime, per lo più emigranti.

L’eco dell’emozione suscitata dal naufragio è giunta fino a noi sull’onda di una canzone popolare e ha fornito lo spunto per raccontare con il teatro un’epopea che fa parte del nostro immaginario collettivo: quella dell’emigrazione transatlantica verso l’Argentina, il nostro Far West, lontano Ovest di là dell’Oceano. Nello spettacolo storia e mito, cronaca e favole si alternano e si intrecciano con le luci del giorno e della notte in un arazzo variegato del vivere sospeso ai fili del destino.

Ascolta le musiche!
(il tempo di caricamento può variare a seconda del tipo di connessione che si utilizza)

Mafalda
Canzone popolare.

'L travai ëd i œmi
Autore: Gai Saber.

Bourbon street parade
Autore: P. Barbarin.
Eseguita da Oliver River Gess Band.

 

Nel corso delle ricerche per la preparazione dello spettacolo sono state trovate le interessanti memorie di un emigrante di Lurisia, Andrea Botto, che del naufragio del Transatlantico Principessa Mafalda racconta drammaticamente la cronaca in diretta.


Le memorie sono state pubblicate nel libro “Mico. Cinquant’anni di storia, di avventure e un naufragio nelle memorie di un contadino di Lurisia”

02.jpg

Leggi i retroscena di "Mafalda"

 

Guarda il video dello spettacolo

N.B.Il film “Titanic” è uscito due anni dopo “Mafalda”. Che ci abbiano copiato?

03.jpg
04.jpg
05.jpg
birun.jpg
Associazione culturale e teatrale

Compagnia

del Birùn

bottom of page